Marco Bianchi
Marco Bianchi

Marco Bianchi, milanese, ha studiato violino sotto lo guida di Adele Riva Toffoletti presso la Civica Scuola di Musica della sua città , diplomandosi nel 1987 al Conservatorio "G. Verdi". In seguito si è perfezionato con Renato Zanettovich ed il Trio di Trieste e con Mariana Sirbu, e ha ottenuto premi in concorsi nazionali e internazionali. Dal 1989 fa parte dell'ensemble Il Giardino Armonico, con il quale si esibisce regolarmente in alcuni tra i più importanti teatri e sale da concerto italiani ed europei, oltre che in Malesia, Stati Uniti, Canada, Giappone, Israele, Turchia, Sudamerica, Nuova Zelanda e Australia, spesso per prestigiose società concertistiche. Con questo gruppo (del quale è divenuto primo violino nel 2001) ha registrato per le principali emittenti radiotelevisive internazionali e inciso per la casa discografica Teldec: alcuni CD hanno ottenuto premi e riconoscimenti da parte della critica specializzata (tra cui il Prix Cecilia e il Gramophone Award). Svolge attività concertistica collaborando anche con altre formazioni cameristiche (la sorella Cristina arpista, il Trio Sforza, il soprano Ilaria Torciani, la Gaia Scienza, il pianista Pierre Goy , il cembalista Maurizio Salerno, I' organista Andrea Macinanti) e orchestrali (Ensemble Musica Rara, OS di Bergamo, RAI, Ensemble Baroque de Limoges, Milano Classica, OSI di Lugano, Accademia Bizantina, OS di Como, i Pomeriggi Musicali, Orchestra Verdi), anche come violino di spalla e solista. Ha registrato per Nuova Era, Amadeus, Cactus, Dynamic, Stradivarius,Arts, Winter & Winter, Decca e Claves. Ha un repertorio che comprende brani cameristici e solistici dal primo '600 al tardo '900, oltre che per violino anche per viola e viola d'amore. Suona un violino Giacomo Zanoli del 1765 appartenente alla sua insegnante e un Franà ois Coussin del1852.