AddThis Social Bookmark Button
Home Accademia d'Arcadia Presentazione
Daniele Caminiti

Nato in Sicilia nel 1978, intraprende giovanissimo lo studio della chitarra classica. In veste di solista ottiene numerosi primi premi in concorsi nazionali ed internazionali e da vita ad un’ intensa attività concertistica che lo porta ad esibirsi, ancora tredicenne, alla “Gasteig” di Monaco di Baviera.

Una volta diplomatosi in Italia, studia per tre anni con Oscar Ghiglia nella konzertklasse della Musikakademie di Basilea ove consegue il diploma finale con “eccellente”. Frequenta parallelamente i corsi estivi dell’ Accademia Chigiana di Siena, tenuti dallo stesso Ghiglia, ricevendo annualmente una borsa di studio e prendendo parte alla stagione concertistica “Allievi Chigiani”.

In seguito al suo interesse per la musica antica si dedica interamente allo studio del repertorio rinascimentale e barocco su strumenti d’epoca quali arciliuto, tiorba, liuto rinascimentale, chitarra barocca e romantica e diviene allievo di Peter Croton alla Schola Cantorum Basiliensis, curando sia la letteratura solistica che quella cameristica.

Conclusi gli studi diviene liutista accompagnatore della Schola; per diversi anni ha quindi la possibilità di coordinare e dirigere dei progetti, prevalentemente incentrati sulla monodia ed il repertorio madrigalistico del primo barocco italiano.

Negli ultimi anni ha effettuato parecchie registrazioni radiofoniche e discografiche per la Rai Radio 3, Deutsche Grammophon, Decca, Schweizer Radio 2, Channel Classics, Österreichische Rundfunk, Deutche Harmonia Mundi, Harmonia Mundi France, Sony BMG, Pan Classics, Glossa, Tactus, MV Cremona, e suonato con svariati direttori e solisti quali Andrea Marcon, Giovanni Antonini, Ottavio Dantone, Diego Fasolis, Rubén Dubrovsky, Michael Hofstetter, Jörg Halubek, Christian Curnyn, Attilio Cremonesi, Enrico Onofri, Rachel Podger, Chiara Banchini, Julia Schröder, Marc Hantaï, Maurice Steger, Sergio Azzolini, Antonio Politano, Alfredo Bernardini, Jesper Christensen, Jörg-Andreas Bötticher, Pierre-André Taillard, Cecilia Bartoli, Bernarda Fink, Veronica Cangemi, Maria Cristina Kiehr, Andreas Scholl.

Progetti cameristici quali "Perla Barocca" (Rachel Podger, Channel Classics) ed "Una Follia di Napoli" (Maurice Steger, Harmonia Mundi France") sono solo alcuni esempi di acclamatissime e assai recenti produzioni discografiche cui Daniele ha preso parte. Fra i titoli di prossima uscita spicca "Con Che Soavi Accenti", un programma monografico dedicato a Claudio Monteverdi e cantato da Magdalena Kozena che verrà pubblicato dalla Deutsche Grammophone nel Gennaio del 2016.

Suona regolarmente, sia come continuista che come solista, con numerosi gruppi barocchi ed enti orchestrali, fra cui "Venice Baroque Orchestra", "Giardino Armonico", "I Barocchisti", "Bach Consort Wien", "Kammerorchester Basel", "La Cetra", "Zürcher Barockorchester", "Il Gusto Barocco", "Holland Baroque Society", "Hessicher Rundfunk Orchester", "NDR Orchester". Numerose produzioni d'opera lo hanno già portato nei teatri di Basilea, Zurigo, Lucerna, Vienna, Linz, Monaco, Francoforte, Innsbruck, Aix en Provence.

Nell’ estate del 2007 è stato invitato, assieme ad altri colleghi provenienti dalla Schola Cantorum di Basilea, a tenere dei corsi di musica antica presso l’ Università della musica di Bogotà. Ha inoltre preso parte, in qualità di assistente al Basso Continuo, a corsi di perfezionamento tenuti da Sergio Azzolini e dedicati alle triosonate di Jan Dismas Zelenka.

È inoltre professore di liuto e musica da camera ai corsi estivi della “Austria Barock Akademie” a Gmunden (Salzburg).

Dal 2010 e per i due anni successivi studia direzione d’orchestra con Mario de Rose, direttore di origine argentina di casa a Vienna.

Daniele Caminiti è membro fondatore dell’ ensemble "Il Profondo" (www.ilprofondo.com), un gruppo nato nell'estate del 2008 e formato da 8 musicisti -continuisti- di 6 nazionalià diverse. La grande flessibilità della formazione de "Il Profondo", molto spesso arricchita dalla collaborazione con musicisti ospiti, offre la possibilita di esplorare un vastissimo repertorio. L'avvicinarsi ad altre forme d'arte, quali la danza o la regia, è parte integrante della filosofia del gruppo.

I suoi concerti lo portano incessantemente nelle sale e teatri più prestigiosi di tutta Europa: Vienna, Parigi, Milano, Amsterdam, Utrecht, Zurigo, Londra, Monaco, Francoforte, Madrid, Santiago de Compostella, Lisbona, Riga, Tallin, Istanbul.