AddThis Social Bookmark Button
Home Press comunicati stampa Rassegna Stampa Concerto Sammartini 15 settembre 05
Rassegna Stampa Concerto Sammartini 15 settembre 05

Testata: Varie


HANNO SCRITTO DI NOI
ESTRATTI DALLA RASSEGNA STAMPA
Milano, 16 settembre 2005, Teatro Litta

G.B. Sammartini
Sinfonia in re magg. JC 22
Sinfonia in la magg. JC 60
Cantata JC 118 'Il Pianto delle Pie Donne'
Sinfonia in mi magg. JC 31

Accademia Litta

Diego Fasolis, direttore
Patrizia Cigna, soprano
Gabriella Sborgi, mezzosoprano
Mirko Guadagnini, tenore

(") Nel 2001 compì 300 anni: a Milano, la sua seconda città , gli dedicarono concerti, un convegno, un po' d'attenzione, e il tutto finì lì. Giovanni Battista Sammartini, padre riconosciuto della Sinfonia, scippata con esiti lussuosi dai colleghi d'oltralpe, protagonista eccellente della vita musicale cittadina nel Settecento, sembrava destinato a ritornare nell'armadio dei dimenticati. Invece no, a distanza di quattro anni (") ecco, il nostro ritorna. Fastosamente, per quanto è possibile a un autore diventato di nicchia (") e trova casa in un teatro ideale. Raccolto, antico, nel cuore della città : il Litta di corso Magenta (") interessante il progetto, che prevede l'esecuzione di una porzione significativa del lascito sinfonico sammartiniano e di pagine sacre. Tutti inediti, finalmente messi a stampa, per Lim di Lucca in veste critica a cura della Fondazione Arcadia. La locandina del concerto (") illustrava in sintesi le lineee future del programma, con la proposta di tre Sinfonie di Sammartini, recuperate dal Fondo musicale della Biblioteca Nazionale di Parigi, e della Cantata 'Il Pianto delle Pie Donne' (") a specchio, un percorso 'Mozart Ways' che vedrà l'anno prossimo il confronto con la produzione di quel ragazzino, in arrivo in carrozza da Salisburgo: genio, ma perché intorno aveva una civiltà , di cui Sammartini fu voce sonante (")
Carla Moreni, Il Sole 24 Ore, 18 settembre 2005

(") Un concerto monografico sul milanese Giovanni Battista Sammartini, una nuova orchestra, due inediti a stampa, una prima incisione mondiale e un progetto Mozart. Con quest'impegno la Fondazione Arcadia, che nei suoi quattro anni di attività ha dimostrato particolare attenzione alla musica italiana del XVIII secolo e inizio XIX secolo, rilancia in grande le proprie carte (") per la Fondazione Arcadia, la proposta sammartiniana è un approfondimento o, se vogliamo, il ritorno al primo amore avendo organizzato nel 2001, in occasione del terzo centenario della nascita del maestro, un articolato Festival Sammartini. Il discorso dunque riprende e si allarga (") è un'assoluta rarità ascoltare la musica del compositore che tanto ispirà il giovane Mozart, in quanto buona parte della produzione è inedita. Colmare tale lacuna è uno degli impegni della Fondazione Arcadia che sta lavorando alla pubblicazione in edizione critica delle otto 'Cantate per la Quaresima' di Sammartini, di cui fa parte l'interessante partitura in programma. I primi due volumi sono già andati a segno, mentre la Cantata che si ascolterà in anteprima al concerto, è di prossima pubblicazione (")
Nicoletta Sguben, la Repubblica, 13 settembre 2005

(") sotto la bacchetta di Diego Fasolis scorrono per il primo appuntamento pagine storiche del milanese Giovanni Battista Sammartini, uno dei padri della sinfonia settecentesca, oltre alla Cantata 'Il Pianto delle Pie Donne' (") ma il progetto ben più corposo, supportato da un comitato scientifico, prevede il recupero di materiali inediti, la pubblicazione di un Cd e un percorso mozartiano fino al 2006 (")
Luigi Di Fronzo, Tuttomilano, la Repubblica, n. 430

(") Ricerca musicologica, diffusione, formazione: sono le linee guida della Fondazione Arcadia che dal 2001 si dedica alla musica strumentale italiana del XVIII e XIX secolo, una fetta di storia della musica spesso sottovalutata (od oscurata dai fasti del melodramma). Una personalità come quella di Giovanni Battista Samartini, per esempio, è poco nota fuori dall'ambito specialistico (") da anni la Fondazione Arcadia è attiva nel recupero del suo catalogo. Un progetto complesso, che, alla vigilia della pubblicazione di alcune Cantate per la Quaresima, si concretizza anche in un concerto (")
Daniela Zacconi, Vivimilano, Corriere della Sera, 14 settembre 2005

(") Giovanni Battista Sammartini, il 'padre italiano della Sinfonia', patisce ancora uno spazio troppo stretto nella prassi esecutiva, sia in sede di concerto che in sede discografica. L'attività di Fondazione Arcadia, che nel 2001 ha dato il via al suo cammino organizzando un intero Festival dedicato all'autore, procede da allora con un occhio speciale alla sua rinascita musicologica ed esecutiva. La serata del 16 settembre 2005, al Teatro Litta di Milano, conferma l'impegno in un 'debito' da assolvere, proponendo un omaggio al compositore su più fronti (") la difficilissima reperibilità delle fonti musicali è tra le ragioni che spiegano perché la musica di Sammartini - fatto salvo per le Sinfonie del primo periodo e qualche pagina di musica da camera - sia quasi totalmente inedita. A colmare un settore lacunoso dell'editoria interviene il progetto avviato da Fondazione Arcadia che, impegnata a pubblicare in edizione critica le Otto Cantate per la Quaresima a noi pervenute, qui presenta i primi due volumi: 'L'Addolorata Divina Madre e Desolatissima nella Soledad' e 'Il Pianto di San Pietro', editi da Lim, a cura di Marina Vaccarini Gallarani e del Comitato Scientifico della Fondazione Arcadia, con la collaborazione della Società Italiana di Musicologia (") 'Interpretare Mozart' è il titolo del progetto che, in omaggio al duecentocinquantesimo anno della nascita, si svolgerà a partire da quest'anno per tutto il 2006. Seminari e masterclass, convegni sull'interpretazione, conferenze sugli strumenti mozartiani, traduzione e pubblicazione di saggi occuperanno l'area didattica e scientifica del progetto; l'area artistica è curata da Fondazione Arcadia (")
www.amadeusonline.net, settembre 2005